Post it! Due blogger e un microfono

Noi non siamo morte

Anzi, stiamo lavorando a schifo per voi.
Oggi registriamo un'intervista che ascolterete il prossimo mercoledì, con un personaggio che ne sa un paio sul web, sulla scrittura e sulla pubblicazione.
Ieri pomeriggio io e Cippu ci siamo riunite a casa mia per inventare delle domande sensate, e imparare qualcosa. Io avevo tutte le intenzioni di lavorare alacremente, tant'è che ho anche compilato una lista (imperativa e ansiante) delle numerose questioni (o storie di plastica, secondo gli ultimi dettami dell'onomaturgia contemporanea) da mettere a punto. E' finita in burletta, e Cipp si è pure fatta du'spaghi perchè mia madre è cuoca a tutte le ore.

Qui sotto trovate i poemi dada (fronteretro) che abbiamo creato tra una fettuccina e un termometro (per lo sforzo intellettuale mi sono fatta venire la febbre).

Piccole note di commento: nel primo foglio i problemi sotto la riga sono di Cipp, e a fianco trovate i tentativi di soluzione. Viceversa, i problemi nella parte superiore sono i miei (o più in generale quelli di Post it!), con relative soluzioni. Il segnaccio accanto alla voce "promozione" significa "ci sto lavorando", anche se sembra un indegno vermiciattolo.
Il secondo foglio rappresenta la degenerazione ulteriore del trend di demenza presente nel primo. Sull'ultima frase suggerita da un'affermazione di Cipp su terze persone preferisco stendere un velo pietoso. Anche il commento di mia madre è denso di significato.
Siamo sconclusionate.
Peraltro il mio orologio segna ancora l'ora legale.

Presto potrete godervi le foto del pomeriggio, un pomeriggio tipo per la redazione (?) di Post it!, e scoprirete a che ora Cipp ha avuto il coraggio di magnare pasta+carne+caffè.
Post it! - Il programma che pranza tardi.

2 commenti:

La Cipp ha detto...

Da questi fogli sembra quasi che io sia una persona strana!

Fraffri ha detto...

Sembra?